Siamo consapevoli che il negoziato e le decisioni che ne conseguono sono nelle mani degli organi democraticamente eletti dal popolo israeliano. Ma un processo di pace così complicato può trovare sostegno al di fuori di Israele, per esempio in Europa e negli Stati Uniti, fra gli amici sinceri di Israele. Di fatto, non solo gli israeliani ma gli ebrei in genere sono coinvolti nelle sorti di Israele, ed è quindi logico che si pronuncino sulle sue prospettive e sulle sue scelte.

Posted in: A. Perché JCall?