frfrfr
JCall raggruppa cittadini ebrei europei e amici di Israele che aspirano ad una pace in Medio Oriente sulla base di un accordo fra israeliani e palestinesi secondo il principio di “due stati per due popoli.
J-LINK agli ebrei di Israele e del mondo contro l’annessione : se non ora, quando ?

In  “Una rete mondiale della sinistra ebraica” (HK, dicembre 2019 )  riferivo di  un tentativo di dare vita ad una  rete mondiale dell’ebraismo progressista,  un’esigenza esistenziale indifferibile in un frangente difficile per l’ebraismo mondiale, in Israele e  nella Diaspora.  Questo…

Israele e Palestina al tempo dell’epidemia

La  pandemia di Covid 19 ha colpito anche il Medio Oriente :  in quel piccolo lembo di terra contesa che va dal Mediterraneo al Giordano in cui convivono, avviluppati in un conflitto irrisolto e lacerante, circa 6,7 milioni di ebrei…

La pandemia unisce e divide israeliani e palestinesi

La pandemia di Covid-19ha colpito anche il Medio Oriente. In quel piccolo lembo di terra contesa che va dal Mediterraneo al Giordano in cui convivono, avviluppati in un conflitto irrisolto e lacerante, circa 6,7 milioni di ebrei israeliani e un numero quasi…

Global Coalition of Diaspora Jews Against President Trump’s Plan

We are a diverse coalition of Jewish organisations and individuals from communities across the globe. We share a commitment to the Jewish values of justice and peace which can only be fulfilled through a negotiated two-state solution for Israelis and…

Giorgio Gomel : “le deal du siècle s’inspire de l’extrême droite israélienne”

CHRONIQUES POUR LA PAIX – GIORGIO GOMEL, répond aux questions de PAUL OUZI MEYERSON suite au communiqué publié par JCall Europe qui s’oppose fermement au plan de paix américain de Donald Trump. Il explique pourquoi son organisation, qui milite pour la…

Il duo Trump-Kushner e la pace israelo-palestinese: retorica, insipienza o realismo?*

Articolo di Giorgio Gomel 3 Febbraio 2020 I palestinesi, l’economia, la politica Nel giugno scorso in Bahrein il governo americano illustrò un programma massiccio di investimenti (50 miliardi di dollari), da destinarsi su un orizzonte di 10 anni ad infrastrutture,…

Antisemitismo, vecchi stereotipi e nuove paure

Un invito ad agire, dopo i fatti di Halle All’inizio del 2019 (Affari internazionali, febbraio 2019) avevamo sottolineato il risorgere inquietante di sentimenti e atti diretti contro individui ed istituzioni ebraiche negli ultimi anni in più paesi d’Europa : omicidi,…

Il duo Trump-Kushner, la conferenza economica in Bahrein e la pace israelo-palestinese : retorica, insipienza o realismo ?

1. L’economia palestinese La condizione economica dei palestinesi, fra West Bank e Gaza, è molto difficile. La produzione ristagna, un terzo degli individui in età da lavoro è disoccupato, circa il 70% degli abitanti nella striscia di Gaza vive al…

Netanyahu’s Embrace of Ethno-nationalists Endangers European Jews Like Me

This week the Israeli prime minister will hold bilateral meetings with the leaders of Hungary, the Czech Republic and Slovakia, in place of the freshly-cancelled Visegrad summit. These meetings, following the recent visits to Israel by Italian and Austrian ministers and…

Tempi bui per la democrazia in Israele

Dopo una campagna gravida di accuse volgari e mistificatorie, istigazione isterica alla paura dei palestinesi e degli “arabi” di Israele e con un’opinione pubblica polarizzata sugli estremi, il Likud di Netanyahu e un insieme di partiti religiosi e della destra nazionalista hanno prevalso nelle…

Europa, basta antisemitismo

Episodi di antisemitismo – omicidi, aggressioni fisiche, insulti e minacce nei media, profanazioni di luoghi di culto e cimiteri ebraici  – segnano un risorgere preoccupante in più paesi d’Europa. In Francia, dopo i picchi del 2014-15 e un regresso nei…

Condanna dell’ aggressione antisemita contro Alain Finkielkraut

JCall Italia guarda con preoccupazione e condanna con forza l’atto di aggressione antisemita diretto contro Alain Finkielkraut ieri a Parigi. Finkielkraut  è stato uno dei primi firmatari dell’ Appello  alla ragione con cui Jcall è  nata  nel 2010 ed è da sempre…

Amos Oz profetico : da “In terra d’Israele” a “Giuda”

“Essere un popolo libero” : questa aspirazione deve risuonare nei nostri cuori fintanto che non abbiamo perduto la nostra umanità. Siamo costretti ora a dominare un popolo che non vuole essere dominato da noi… Più breve sarà l’occupazione, meglio per…

Salvini, l’internazionale sovranista e Israele

La missione in Israele del ministro degli Interni italiano si è conclusa come previsto: Salvini si è recato allo Yad Vashem dove ha dichiarato il proprio impegno che i crimini della Shoah non si ripetano, e il primo ministro Netanyahu…

Trump, l’antisemitismo e il voto ebraico

I risultati delle elezioni di “mid term” per le due camere del Congresso degli stati Uniti sembrano confermare il sentire di una frattura profonda fra l’ebraismo americano e gli atteggiamenti ed atti dell’amministrazione Trump. Secondo i sondaggi, nelle elezioni del…

JCALL

Copyright 2021 - JCall - Webdesign by Aryup.com