frfrfr
JCall raggruppa cittadini ebrei europei e amici di Israele che aspirano ad una pace in Medio Oriente sulla base di un accordo fra israeliani e palestinesi secondo il principio di “due stati per due popoli.
Negoziare invece che riscrivere la Storia

Il primo ministro d’Israele ha superato ogni limite di decenza, insultando in una stessa frase il popolo ebraico e quello palestinese. Venti anni fa, partecipando a manifestazioni a Gerusalemme in cui il primo ministro di allora Rabin era raffigurato in…

Verso una terza intifada ?

Non siamo purtroppo sorpresi nell’osservare ancora una volta il determinarsi di una situazione esplosiva nei territori occupati. Ripetiamo da tempo che offrire come orizzonte politico a israeliani e palestinesi lo status quo, come da anni fa il governo Netanyahu, equivale…

L’orrore, conseguenza della colonizzazione

Con l’attentato perpetrato nel villaggio di Douma vicino a Nablus in Cisgiordania gli estremisti ebrei che si rifanno al movimento “Tag mehir” , il “prezzo da pagare”, hanno superato una soglia ulteriore nell’orrore. Questa volta non si tratta di una…

IRAN : l’accordo sul nucleare

JCall prende atto dell’accordo concluso fra le nazioni del 5+1 e l’Iran che stabilisce un controllo internazionale sui limiti imposti al programma nucleare iraniano. Dopo 12 anni di trattativa questo accordo dovrebbe scongiurare il rischio che l’Iran possa dotarsi di…

Perché JCALL sostiene il riconoscimento dello Stato di Palestina

Mille israeliani – intellettuali, ex- ministri e parlamentari – firmatari di un appello ai parlamenti e governi europei affermano: “L’esistenza e la sicurezza di Israele dipendono dalla creazione di uno stato palestinese accanto e in rapporti di buon vicinato con…

Attentati di Copenhagen : tristezza e indignazione

Due attentati omicidi hanno colpito a Copenhagen gli stessi obiettivi simbolici di quelli di Parigi il mese scorso : un incontro organizzato per difendere la libertà d’espressione e una sinagoga. Poi in Alsazia, un cimitero ebraico è stato profanato.  …

JCall condanna il crimine efferato perpetrato ieri mattina alla sinagoga Kehilat Bnei Torah di Gerusalemme.

Esprimiamo la nostra solidarietà alle famiglie in lutto, auguriamo ai feriti un pronto recupero e ci stringiamo al popolo e allo stato di Israele così duramente colpiti.   A coloro che invocheranno questo orribile attentato come alibi per opporsi alla…

La confisca di 400 ettari in Cisgiordania è un nuovo ostacolo alla pace

JCall, la rete ebraica europea per Israele e per la pace, condanna fermamente la recente decisione di Israele di confiscare 400 ettari di terreni in Cisgiordania nelle vicinanze di Betlemme in reazione all’assassinio nel giugno scorso di tre giovani israeliani.…

Fra Israele e Gaza la tregua è essenziale, ma è solo la prima tappa

  JCall, il movimento di ebrei europei per la pace e per una soluzione “a due stati”, condanna fermamente la rottura da parte di Hamas della tregua umanitaria negoziata qualche giorno fa. Di fronte al pericolo di un inasprimento del…

Bruxelles : atto terroristico contro la cultura ebraica

JCall, la rete ebraica europea per Israele e per la pace, esprime la sua indignazione per l’attentato compiuto contro il Museo ebraico di Bruxelles, situato nel cuore del centro storico della città. Il nostro pensiero va prima di tutto alle…

Comunicato di JCALL sulla morte di Ariel Sharon

Al momento della scomparsa di Ariel Sharon – 11esimo Primo ministro della stato di Israele – Jcall lo ricorda come parte di quella prima generazione di pionieri che ha edificato lo stato. Il suo nome resterà strettamente legato alla difesa…

Comunicato sulla decisione dell’Unione europea di non finanziare le attività israeliane nei territori occupati

L’Unione europea ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 19 luglio nuove linee-guida secondo le quali dal 2014 non un euro nella forma di doni, premi o altri strumenti finanziari erogati dalle istituzioni dell’Unione europea potrà essere destinato a enti o…

Comunicato sulla decisione del governo israeliano di costruire nella zona E1

Il progetto del Governo israeliano mette in pericolo una soluzione del conflitto fondata sulla coesistenza di due Stati. JCall, il movimento ebraico europeo a sostegno di Israele e della pace, esprime la sua profonda preoccupazione per l’annuncio del governo israeliano…

JCall prende atto dell’ammissione della Palestina alle Nazioni Unite in qualità di Stato osservatore non-membro

Di fronte al blocco dei negoziati israelo-palestinesi, numerosi paesi, tra i quali alcuni tra gli amici più fedeli di Israele, hanno deciso di sostenere l’iniziativa palestinese che, pur essendo unilaterale, risponde a una legittima aspirazione: il diritto a uno Stato…

Comunicato sugli eventi in corso a Gaza e in Israele

Nel momento in cui una volta di più le popolazioni del sud e del centro di Israele soffrono sotto la minaccia dei razzi lanciati da Gaza, JCALL – il movimento ebraico europeo per Israele e per la pace – esprime…

JCALL

Copyright 2022 - JCall - Webdesign by Aryup.com